Domenica, 20 ottobre 2019 ore 23:46
....N E W S:
Bando Progetti Sperimentali
Previsto un Budget di citca 2.300.000,00 euro.
Il costo complessivo di ciascun progetto, non potrà superare ii 50.000,00 euro.
Si consiglia l'elaborazione di un Progetto di forte coinvolgimento sociale.



Per fermare musica clicca ESC

 


Volontariato

corsa

        La Costituzione promuove le libere associazioni nel rispetto di leggi e norme, e nel corso degli anni l’Italia ha visto un positivo rivitalizzarsi del mondo associativo.
Si può iniziare un attività associativa aggregandosi semplicemente in forma di comitato, o associazione non formale, o partire subito con formalità e idee precise. In questo potranno aiutarci vari ponti consulenziali, come i recenti CSV (Centri Servizi Volontariato), l’Agenzia per le Entrate, l’enorme rete web.

Che cos'è una ONLUS? | Esenzione Banca |
| Domanda per l'Albo Regionale | LEGISLAZIONE|
| Fac-Simile Verbale | Verbale consiglio direttivo | Assicurazione

 martello

       Le organizzazioni di volontariato sono regolamentate dalla storica Legge Quadro 266 che determina tutte le caratteristiche base di un'associazione. E' necessario sapere che le organizzazioni di volontariato non possono avere scopo di lucro, che devono essere democratiche, che le cariche degli organi collegiali devono essere elettive e non permanenti, che i soci devono prestare gratuitamente la loro opera ed altre informazioni del genere.

       COME DAR VITA AD UN ASSOCIAZIONE

Il primo passo da fare è procurarsi la legge 266/91 leggere attentamente la normativa, per non incorrere in errori ed essere consapevoli e preparati per sapere i vantaggi e i limiti di questa configurazione sociale. Il primo passo è la creazione di atto costitutivo e poi di uno statuto. Lo statuto è il documento che regola la vita associativa, specificando il fine sociale, dettando le norme per la formazione degli organi collegiali, per l'elezione del presidente, per la regolarità delle assemblee dei soci, per la redazione del bilancio.

 L'Atto Costitutivo

        Rappresenta il documento storico che attesta la nascita di un'associazione, definisce i dati dell'associazione, ne indica la sede sociale, i soci fondatori, la data di nascita. Questo documento deve essere firmato dai soci fondatori, che attestano liberamente di associarsi per perseguire un fine legale e nel nostro caso legato al volontariato. Dopo questo primo passo, occorrerà registrarsi e rendere cioè pubblica questa nuova aggregazione/Associazione, una registrazione notarile, oppure molto più economica presso il pubblico Ufficio del Registro presso l'Intendenza di Finanza territorialmente competente.

 Iscrizione / REGISTRAZIONE Ufficio del Registro Intendenza di Finanza

        Il riconoscimento di un'associazione presso l'intendenza di finanza vale quanto un atto notorio ed è gratuito.
Questo atto permette un pubblico riconoscimento della vostra associazione. Per essere riconosciuti bisogna produrre varie copie dell'atto costitutivo e dello statuto dell'associazione firmati da tutti i soci fondatori, copia del documento di riconoscimento del Presidente in carica, e poi si potrà passare alla richiesta e rilascio del vostro codice fiscale associativo. Il presidente (o un altro rappresentante) dell'associazione si dovrà recare per la vidimazione dei documenti (su ogni pagina) all'ufficio registrazione atti privati (tel. 081\5421237 Napoli) presso l'Intendenza di Finanza. Dovrà compilare un modulo fornito dall'ufficio stesso esplicitando la richiesta di esenzione da ogni tassazione ai sensi della legge 266/91. La vostra associazione è ora registrata e riconosciuta dallo Stato e dalla società civile. Ora sarà possibile usufruire di esenzioni da ogni tassazione, e poter procedere ad ulteriori registrazioni pubbliche (Comune, Regione ecc.) per consentire una piena mission associativa.

                                                       

Iscrizione ai Registri & Albi

        La Regione Campania e il Comune di Napoli hanno costituito due registri che hanno scopi diversi e diverse finalità. E' chiaro comunque che l'iscrizione a questi registri, regolamentata rispettivamente da leggi regionali e da decreto comunale, mette in un'altra luce l'organizzazione sociale, sia rispetto al suo pubblico, sia rispetto agli Enti stessi. Il contatto diretto con gli Enti non può che favorire la cooperazione tra organizzazioni nell'ambito di politiche organizzate e guidate dall'istituzione. A parte questi motivi generali, l'iscrizione al registro regionale permette di usufruire di alcuni vantaggi pratici come l'accesso ai fondi pubblici o l'accesso al godimento dell'orario flessibile per i soci dell'associazione. Inoltre l'iscrizione a questi registri consente di sottoscrivere convenzioni con Istituzioni, ottenere contributi, potenziando quindi le proprie forze d'intervento. Sono molte le regioni che stanno organizzando simili registri, per costituire una rete capillare di associazioni su base nazionale

ISCRIZIONE AL REGISTRO REGIONALE della Regione Campania

        Occorrerà avere almeno due anni di anzianità per presentare la documentazione necessaria per superare l’istruttoria e ottenere il decreto regionale.
La Legge Regionale n°18 del 7 Agosto 1996 ha istituito presso la Giunta Regionale della Campania il Registro delle associazioni di volontariato. L'iscrizione consente alle organizzazioni di volontariato riottenere cofinanziamernti pubblici, locali, regionali, nazionali ed europei, godere della flessibilità dell'orario di lavoro da parte dei propri aderenti, elaborare progetti sperimentali da sottoporre all'Osservatorio. L'iscrizione al registro costituisce inoltre la condizione essenziale per stipulare convenzioni con lo Stato, le Regioni, gli Enti Locali e gli altri Enti Pubblici.

Consigliamo di curiosare il nostro sintetico link denominato strumentario per poi approfondire e personbalizzare la propria conoscenza, proponiamo anche alcuni utilissimi siti:
Centro Servizio Volontariato Napoli (www.csvnapoli.it/ Incaricato di promuovere e solstenere il Volontariato, grazie a finanziamenti delle Fondazioni Bancarie);
Centro Servizi Volontariato Avellino
Centro Servizio Volontariato Salerno
Centro Servizio Volontariato Caserta
Centro Servizio di Volontariato Benevento
Confcoperative Napoli
Consorzio Gesco

Consorzio Agape
Sviluppo Italia

Agenzia di Sviluppo Tess Miglio d'oro
Fondo Sociale Europeo
Regione Campania
Provincia di Napoli
Provincia di Caserta
Provincia di Salerno
Provincia di Avellino
Provincia di Benevento
Unione Industriale

Presto inseriremo altre slide informative e di pratica utilità, che saranno trasmesse attraverso le nostre newsletters.
Per consulenza on-line contatto il Nostro STAFF MANI

Totale Visite:

 

© 2010 TorreCentroStudieProgetti.org - Webmaster : DLU84
Tutti i loghi, i marchi e i nomi di prodotti sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti e le inserzioni sono di proprietà degli autori stessi che ne sono anche responsabili.
I contenuti e le informazioni contenute in questo sito formano oggetto di una clausola di esclusione di responsabilità.
Sito ottimizzato con una risoluzione 1024x768 browser I.E.©