Domenica, 20 ottobre 2019 ore 23:26

SPIRITUALITA’ e VALORI PER UN GIOIOSO IMPEGNO AL SERVIZIO DELLA COMUNITA’
PANORAMA

- PERCHE' C'E' TANTO EGOISMO ?

PERCHE' L'AMORE SI STA' RAFFREDDANDO NEL MONDO ?

PERCHE' C'E' TANTA VIOLENZA ????

ESISTE IL MALE??

Utiliziamo il Dono della Libertà per elevarci verso il Regno di Dio Padre

C
he ne pensi del M I S T E R O di Medjugorie ???

- La straordinaria CONVERSIONE di una RAGAZZA salernitana...

- RICERCA SCIENTIFICA SULL'ESISTENZA DELL'ANIMA (genitori cattolici - studi NDE)

-
COSA C'E' DOPO LA M O R T E ?

- LA LUCE DOPO LA MORTE

- L'INCREDIBILE STORIA DELLA DR.SSA GLORIA POLO (la sua mission)

- ESISTE L'INFERNO ?

-ESISTE IL PARADISO ?

ESISTE IL PURGATORIO??

CROCE

PERSEVERIAMO GIOIOSAMENTE NEL BENE

PROFEZIE ON LINE
ALDILA'

ATTUALI e FACILI SEDUZIONI DEL MALE: INCESSANTE OPERA DI SATANA

 

Per fermare la Musica Premi: ESC

Tu sei Bambino

 


        Il crescente allontanamento di giovani e tantissime persone dai Valori d'onestà, sobrietà, carità, rispetto, Amore Cristiano, riflette lo smarrimento di questa società frastornata e bombardata da falsi bisogni. Potenti lobby di potere scatenano mediatiche campagne di seducenti comportamenti antisociali, violenti, di disimpegno, egoismo, di dipendenze, mistificando la libertà di perdenti modelli sociali d’importazione con la penalizzante mortificazione di quei positivi Valori sociali che sono alla base di ogni sana comunità civile: Valori di rispetto, di cooperazione per il bene Comune, di legalità, reciprocità, d’unione d’intenti, sobrietà, modello d’onesta,coraggio, fiducia, gratuità, d’Amore Cristiano.


.............................papattentato madonna medj
Altri TESTIMONI dell'Amore di GESU' CRISTO


      Il Sud sta pagando da anni un sottosviluppo culturale ed economico scaricandolo sulla pelle delle fasce più deboli: giovani senza lavoro stabile e dignitoso, futuro incerto, ambiente violentato, deleghe in bianco prive di partecipazione. Un quadro di disimpegno sociale che viene contrastato positivamente da quel silenzioso esercito della società civile, dal Volontariato, dal Terzo Settore, da onesti imprenditori (medie e piccole Aziende) che ogni giorno lottano nel vero senso della parola contro mille difficoltà ambientali, economiche, legali, culturali.
      NEL CORSO DEGLI ULTIMI ANNI CRESCONO SPONTANEE INIZIATIVE ASSOCIATIVE DI DIFESA E PROMOZIONE DI SANI VALORI, CHE RIFLETTONO UN FORTISSIMO BISOGNO DI SPIRITUALITA' E DI DIO, NONOSTANTE LA NOSTRA FRASTORNATA SOCIETA' DA TEMPO CERCA DI CANCELLARE. Quest'Associazione come tantissime altre è nata su questa forte spinta interiore verso i bisogni sociali di reciprocità, solidarietà e Amore Cristiano.
      UN IMPEGNO DI GENEROSO modello di servizio per la diffusione DI BUONE PRASSI, D’UNIONE D’INTENTI, DI RAFFORZAMENTO DI PONTI E RETI SOCIALI NEL MONDO DEL TERZO SETTORE E NELLA SOCIETÀ CIVILE, PER ACCRESCERE IMPRENDITIVE STRATEGIE PER AIUTARE I GIOVANI, CONTRO I PERVERSI MECCANISMI CHE GENERANO DISOCCUPAZIONE, PARZIALITÀ, INGIUSTIZIE E POVERTÀ.

VOLONTARIATO = CULTURA DELLA VITA.
      "Il crescente fenomeno sociale del volontariato costituisce per i giovani una scuola di Vita che educa alla solidarietà e alla disponibilità del dare non qualcosa, ma se stessi (Amore). All'anticultura della morte, che si esprime ad esempio con la droga, si contrappone l'Amore che non cerca se stesso, ma proprio nella disponibiloità a "perdere se stesso" per l'altro, si rileva come cultura della Vita" (Dio è Amore - Deus est Caritas di Papa Ratzinger Benedetto XVI 2008)

papaBaby papa gerusalemme b.v.rOMANO

"... dai frutti li riconoscerete..."

 


ch
PAROLA DI VITA DEL MESE

      Il Movimento dei FOCOLARI, come tanti altre esperienze che mirano alla cooperazione per il Bene Comune vanno sostenute e promosse. Una sintesi de movimento dei focolari. dai siti: http://it.wikipedia.org/wiki/Movimento_dei_Focolari e www.focolari.org
Il Movimento dei Focolari o Opera di Maria è un movimento laico nato nella Chiesa Cattolica che ha come fine la realizzazione dell'unità tra le persone, come richiesto da Gesù secondo il racconto del Vangelo secondo Giovanni (17,21). Ne consegue una precisa vocazione ecumenica oltre che al dialogo in altri settori della cultura. È stato fondato a Trento da Chiara Lubich nel 1943.
      Il movimento nasce come conseguenza della vocazione sentita da Chiara Lubich a 23 anni, durante i bombardamenti di Trento nella Seconda guerra mondiale. Come spesso raccontato dalla stessa fondatrice, in un momento in cui a causa della guerra tutto veniva meno, Chiara intuisce che "ogni cosa materiale può crollare ma non Dio, inteso come Amore" (4,8). Durante i bombardamenti, nei rifugi, Chiara porta con sé il Vangelo. Presto coinvolge un gruppo di persone che costituisce il primo nucleo del futuro movimento. Alcune ragazze scelgono di lasciare le proprie famiglie per vivere insieme e dedicarsi pienamente ad aiutare i poveri della città. La casa dove le ragazze vivevano, in Piazza Cappuccini a Trento, è ricordata come il primo "focolare". Analogamente succede più tardi per un gruppo di ragazzi.Passata l'emergenza della guerra nello sviluppo del Movimento i compiti assistenziali sono passati in secondo piano rispetto agli aspetti legati alla spiritualità.Una serie di circostanze, quali l'incontro di Chiara col deputato democristiano, Igino Giordani (che diventerà il primo focolarino sposato), ed una serie di viaggi ed incontri dei primi focolarini, hanno permesso una rapida diffusione del movimento prima in Europa e poi negli altri continenti. Attualmente è diffuso in tutto il mondo, e vi aderiscono circa sei milioni di persone.

... un Movimento
      Ben presto quel primo gruppo diventa un Movimento che suscita un rinnovamento spirituale e sociale. In poco più di 60 anni di vita ha raggiunto una diffusione mondiale (182 Paesi), con oltre due milioni di aderenti e una irradiazione di alcuni milioni, difficilmente quantificabile.
Un piccolo popolo - Per la varietà della sua composizione, con gli anni, il Movimento assume le dimensioni di un piccolo popolo, come lo ha definito Papa Giovanni Paolo II: abbraccia non solo cattolici, ma anche cristiani di diverse Chiese e comunità ecclesiali ed ebrei. Via via vi fanno parte seguaci di grandi religioni, e persone senza un riferimento religioso. L'adesione al movimento avviene senza sincretismi, nella piena fedeltà alla propria identità. Comune è l'impegno a vivere, pur in vario modo, l'amore e l'unità, che sono iscritti nel DNA di ogni uomo.
Perchè la denominazione Movimento dei Focolari - Sin dagli inizi, il Movimento verrà denominato "dei focolari" dalla gente di Trento, per "il fuoco" dell’amore evangelico che animava Chiara Lubich e le sue prime compagne.
Fondatrice e presidente: Chiara Lubich, che dopo una vita di amorevole impegno Cristiano è ritornata alla casa del Padre nel marzo di quest'anno (2008). Lei stessa sottolineava che il Movimento "non è stato pensato da mente umana, ma è frutto di un carisma che viene dall'Alto. Noi cerchiamo di seguire, attraverso le circostanze, la volontà di Dio giorno dopo giorno".
...................................... papa sorrid
Nel sociale
La reciprocità dell'amore fino a costruire l'unità si rivela come "codice" per trasformare il sociale, imprimendo la dimensione della comunione, della solidarietà nei vari ambiti della società, come: politica, economia, rapporti tra i popoli, moralizzazione pubblica ed etica sociale, salute, educazione e cultura, comunicazione sociale. Di particolare rilievo:
Movimento politico per l'unità aperto a persone impegnate a diversi livelli, delle più varie estrazioni partitiche, propone la fraternità come categoria politica in vista del bene comune. www.mppu.org
Economia di Comunione: progetto che, nel mondo dell’economia, ispira la gestione di oltre 750 imprese ed ha un impatto anche a livello culturale. www.edc-online.org
Cooperazione internazionale. Oltre 1000 le opere sociali di varie dimensioni nei 5 continenti. Particolarmente sviluppate quelle in atto in campo socio-sanitario ed educativo nelle aree più depresse. La valorizzazione della reciprocità suscita autosviluppo e riscatto sociale, azione supportata da una Ong del Movimento, l’AMU: Azione mondo unito. www.azionemondounito.org
Modelli di una nuova socialità: le cittadelle
Le cittadelle sono 35, a vari stadi di sviluppo, con le caratteristiche della cultura in cui sorgono. Sono città in miniatura con case, scuole, aziende, luoghi di culto. Per lo stile di vita che promuovono possono offrire un modello alla convivenza nelle grandi città.
Formazione all’unità. 63 sono i "Centri Mariapoli" per la formazione spirituale e sociale dei membri, in 46 nazioni. 8 in Italia, oltre al Centro Internazionale che ha sede a Castelgandolfo (Roma). Scuole di formazione permanenti per le varie diramazioni del Movimento sorgono nelle varie cittadelle.

............. papa giovani

La politica che ne nasce è allora realizzata con un ascolto competente e reciproco;
con un confronto, per una programmazione ed una conseguente attuazione, voluto con tutte le forze in campo, maggioranza e opposizione, ma soprattutto cercato con la società, famiglie, associazioni, categorie;
con un coinvolgimento che chiede a ciascuno di puntare sulle proprie risorse, collaborando per un bene veramente universale.
Dalle esperienze realizzate in piccoli paesi come in cittadine più sviluppate, al nord, come al sud del mondo, ci sembra che, laddove si è iniziato ad attuare questo patto, l'obiettivo di giungere ad una democrazia reale, ascendente, cominci a realizzarsi.
E c'è una opzione preferenziale vissuta dentro le istituzioni, come dentro i partiti: è l'opzione per i poveri . Sono nate così azioni molto varie: sui bilanci comunali per una scelta finanziaria reale a favore degli ultimi; sul degrado delle periferie; per l'accoglienza responsabile, ma generosa, degli immigrati, dei profughi...; per dare maggiore coscienza politica, fonte di liberazione, ai più poveri.
L'obiettivo è quello di far passare, dentro le singole azioni politiche piccole o grandi, una nuova cultura basata sul ‘dare' e sulla ‘reciprocità', su una prospettiva di comunione, su una nuova unità politica che partendo dalle diversità costruisca con l'apporto di ciascuno un mondo unito. Ma è possibile puntare all'unità nella diversità? E' possibile agire in politica e dare frutti, pur essendo di posizioni diverse? Per dare una risposta a queste domande è nato, il 2 maggio del ‘96 a Napoli, il 'Movimento dell'unità' che oggi raccoglie politici di moltissimi paesi.
Ecco delineato così un nuovo modo di essere, oggi, dentro la politica: essere prima per l'uomo e per i suoi valori profondi e, poi, per la propria parte politica; rinsaldare l'unità tra gli impegnati in politica, pur rimanendo fedeli alle proprie scelte di campo, per aiutarsi a prendere posizioni comuni e lavorare, forti di questa unità, per il bene comune; ripetere anche dentro la politica la straordinaria esperienza di unità del movimento.
Con questa spinta si è cominciato a prendere coscienza di un originale apporto da offrire in ogni singolo partito e fra tutti i partiti. Si è cominciato ad intravedere una cultura politica nuova caratterizzata da un amore fattivo per ogni singolo uomo e allo stesso tempo da una capacità di pensare in grande, sempre con una prospettiva mondiale.
La sfida è farsi capaci di piegarsi sulla propria città per farne una comunità di liberi e uguali e di interessarsi e far propri i drammi, le richieste, le sofferenze, le attese dei popoli, per un mondo che tenda all'unità.


.............................. papamalato

Siti: | www.rns-italia.it | www.radiomaria.it | www.edc-online.org | www.genitoricattolici.org

iosonoamore
GESU' CRISTO
PADRE PIO
WOYTILA
MADRE TERESA DI CALCUTTA
CHIESA CATTOLICA
RINNOVAMENTO DELLO SPIRITO
MEDJUGORIE
PAROLA DI DIO

Ventiquattro domande e ventiquattro risposte (M.TERESA)

Il giorno più bello?                 Oggi
L’ostacolo più grande?          La paura
La cosa più facile?                  Sbagliarsi
L’errore più grande?             Rinunciare
La radice di tutti i mali?         L’egoismo
La distrazione migliore?        Il lavoro
La sconfitta peggiore?          Lo scoraggiamento
I migliori professionisti?        I bambini
Il primo bisogno?                   Comunicare
La felicità più grande?           Essere utili agli altri
Il mistero più grande?           La morte
Il difetto peggiore?                Il malumore
La persona più pericolosa?   Quella che mente
Il sentimento più brutto?       Il rancore
Il regalo più bello?                 Il perdono
Quello indispensabile?           La famiglia
La rotta migliore?                   La via giusta
La sensazione più piacevole? La Pace interiore
L’accoglienza migliore?         Il sorriso
La miglio medicina?               L’ottimismo
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto
La forza più grande?               La Fede
Le persone più necessarie?    I Sacerdoti
La cosa più bella del mondo? L’AMORE

    MADRE TERESA DI CALCUTTA                                                                                

                                              

M.T.Calc.

                                              

moscati sitogesu

                                              

H O M E

Sito nato nel maggio 2007
Totale Visite:

Questo sito cerca di esserTi utile, di concorrere al Bene comune,
Aaiutaci a migliorarlo e diffondere Buone Prassi e i Valori di solidarietà e Amore Cristiano..
Grtazie.


© 2010 TorreCentroStudieProgetti.org - Webmaster : DLU84
Tutti i loghi, i marchi e i nomi di prodotti sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti e le inserzioni sono di proprietà degli autori stessi che ne sono anche responsabili.
I contenuti e le informazioni contenute in questo sito formano oggetto di una clausola di esclusione di responsabilità.
Sito ottimizzato con una risoluzione 1024x768 browser I.E.©