Lunedi, 19 agosto 2019 ore 11:54



G i o v a n i

 

      I giovani rispetto a 10/20 anni fa sul fronte lavoro stanno involontariamente subendo sulla loro pelle una serie di negativi cambiamenti sociali ed economici, che purtroppo rallentano pericolosamente i normali percorsi della loro Autonomia, affermazione personale, d’inserimento nei tessuti produttivi, lavorativi e sociali della comunità, specialmente quelle del Sud.
  La Campania, e tanti Comuni della Provincia di Napoli come Torre del Greco da troppi anni sembrano attestarsi negativi primati occupazionali, e si registrano aree con forte degrado sociale e di vivibilità.
Per una serie di crescenti indifferenze gestionali locali aggravate da instabilità, EMERGENZE EDUCATIVE, precariato, e sottocultura, i giovani spesso vengono concretamente esclusi da ogni processo di partecipazione, di consultazione, di crescita di coscienza civile…A questo gap dobbiamo sommare l'allontanamento "forzato" di emigrazione di preparatissimi giovani (intelligens) verso altri paesi del Nord Italia e dell'Europa.

- PERCHE' C'E' TANTA VIOLENZA?
Le violenze urbane, scuole vandalizzate, bombardamenti mediatici di falsi bisogni, sballi, di negativi modelli d’identificazione sembrano non preoccupare troppo i distratti vertici dei palazzi del potere, che lamentano sempre da decenni carenze di risorse, crisi economiche per altrui negligenze…

.gio  coop  sport
Per eliminare sottofondo premi ESC


“ E’ NECESSARIO AMARE PREVEDENDO I BISOGNI FUTURI, PRONOSTICANDO LE URGENZE DI DOMANI, UTILIZZANDO IL TEMPO CHE ORDINARIAMENTE SI S P E R C A NEL RIPARARE I DANNI, A TROVARE IL SISTEMNA PER PREVENIRLI” (Don Tonino Bello)
            Statisticamente il Sud registra numerosi primati negativi a danno dei giovani, come la città di Torre del Greco.
L’esclusione sociale. l’evasione scolastica, e la crisi economica  è rispecchiata dai dati statistici: nel 2001 3.074 unità, pari a circa il 3% della popolazione cittadina, dichiarava reddito zero, mentre 1.100 unità, pari a circa l’11%, dichiarava un reddito annuo tra i 5 ed i 10 milioni delle vecchie lire (ISTAT).

 La disoccupazione colpisce il 44,3% della popolazione attiva, mentre il tasso di disoccupazione giovanile (14-29 anni) raggiunge livelli di vera e propria esclusione essendo pari al 73,9%. ed il tasso di attività, cioè l’incidenza della popolazione attiva nel mercato del lavoro sulla popolazione totale, è pari al 39,5. Il notevole calo demografico è riferibile soprattutto al fenomeno migratorio, che evidenzia la criticità sociale ed economica, la fragilità produttiva, e la gravissima crisi occupazionale.
   Il crescente e preoccupante degrado socio-ambientale in cui vive la comunità è stato oggetto anche di una partecipata fiaccolata di protesta
   “La città che dorme” è stata una partecipata manifestazione promossa dal presbiterio e dalle Associazioni locali.
Per contribuire a contrastare questo crescente degrado da oltre 4 anni siamo impegnati localmente - insieme a un pool. di giovani e seniors, per potenziare un motore di sviluppo di economia e lavoro nell’ambito del Terzo Settore con l’associazione Centro Studi e Progetti Caritas
            In meno di tre anni abbiamo contribuito a coprogettare e promuovere azioni cofinanziabili per oltre un milione d’euro con numerosissime occasioni di lavoro per i giovani, cooperando a contrastare i perversi meccanismi che generano: disagi sociali, ingiustizie e povertà.
  L'Associazione rinnova senza tregua ai vertici Istituzionali locali (Comune, Ufficio di Piano, Agenzie di sviluppo, a tutti i politici di tutti gli schieramenti e colori) con gioiosa TENACIA per concorrere alla crescita del Bene Comune con una serie di proposte, progetti, iniziative per uno sviluppo sostenibile economico-occupazionale per i giovani e la comunità.
Non demordere, punta verso i più alti ideali, con l'aiuto della Fede e della Ragione. (Woytila). E Voi giovani fatevi sentire, non delegate, non rinviate al domani, e siate attori dle vostro futuro, con tanta Fede, Amore e Ragione.

      VUOI elaborare progetti, AIUTARTI AD AIUTARE, imparare o insegnare ad essere operosamente imprenditivi, basta solo un po’ di buona volontà e Amore per il Prossimo. Molti giovani collaborando con noi hanno poi valorizzato tanti talenti nascosti e sfidato meglio il futuro. Ai meno giovani (genitori, lavoratori, pensionati...) rivolgiamo un umile invito ad iImpegnarci con perseveranza a dare una mano ai giovani, a chi è in difficoltà, costruendo insieme sfide e sani progetti di lavoro, contrastando indifferenze, degrado sociale, disoccupazione, povertà e ingiustizie.
Certamente insieme promuoveremo meglio il Terzo Settore, i Valori della Famiglia, la concertazione, le candidature cofinanziabili, sollecitare le iniziative Interistituzionali di sviluppo, lavorare in Rete Sociale (partneschp), diffondere la cultura del found raising(5), i tavoli di coprogettazione, le buone prassi (vincendo insieme indifferenze, parzialità e colori). Contattaci per diffondere buone prassi.


Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.” (Gandhi)

Link utili: | Il Denaro | www.nonlavoro.net |
Articoli correlati sulle tematiche giovanili:
| Giovani e Lavoro | Disagio Giovanile | Giovani e tempo libero |

 

musica sottofondo:
Te al centro del mio cuore (Gen Rosso & Gen Verde)

Torna Home Page

Sito nato nel maggio 2007
Totale Visite:

Questo sito cerca di esserTi utile, di concorrere al Bene comune,
Aaiutaci a migliorarlo e diffondere le Buone Prassi e i Valori di Solidarietà e Amore Cristiano.
Grtazie.
© 2010 TorreCentroStudieProgetti.org - Webmaster : DLU84
Tutti i loghi, i marchi e i nomi di prodotti sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti e le inserzioni sono di proprietà degli autori stessi che ne sono anche responsabili.
I contenuti e le informazioni contenute in questo sito formano oggetto di una clausola di esclusione di responsabilità.
Sito ottimizzato con una risoluzione 1024x768 browser I.E.©